Brillante vittoria del Padova Baseball nell'incontro disputato sabato 13 aprile, allo Stadio Plebiscito, contro i cugini del Rovigo Baseball Softball Club.

La partita si è conclusa, dopo il settimo attacco del Rovigo, per manifesta superiorità con il punteggio di 13 a 3.

Dopo aver espresso per cinque anni consecutivi il Baseball al massimo livello Nazionale, ora la squadra del Padova si è riproposta al proprio pubblico, accorso numeroso, con la nuova compagine impegnata nel Campionato Federale di Serie C.

Una squadra che, forte della presenza di "atleti nostrani" con provata esperienza pluriennale, si è presentata con tutte le carte in regola per dimostrare la propria determinazione e competitività, ammantata da quel velo di "dejà vu " che ha quasi il sapore di un "usato garantito".

Per gli "addetti ai lavori" ed i tifosi più affezionati è stata una piacevole sorpresa ritrovare e rivivere quel clima di appassionato agonismo che aveva sempre caratterizzato l'attività della squadra padovana, prima del suo approdo al livello "professionistico", e che le aveva consentito di coronare nel 2013 la conquista dello scudetto del Campionato Nazionale di A2.

 

L'inizio dell'incontro rivela alcuni "chiaro-scuri" per la squadra del Padova, con una palla pigra nel volersi insaccare nei guanti dei patavini, complici alcuni errori che dovranno essere risolti con una messa a punto degli schemi difensivi cosicché, dopo il terzo attacco del Rovigo, il Padova è sotto di due punti.

Ma il consuntivo dello score parla chiaro: 10 le battute valide per il Padova con Botteri Matteo e Spinelli a guidare un attacco molto incidente, che consente ai padroni di casa di accorciare le distanze prima, e successivamente superare l'avversario già dal 5° inning, con un progressivo allungo fino all'esito finale.

Un accento deve essere posto sulla prestazione del lanciatore padovano Giovanni Faccini che, pur gravato da un leggero fastidio all'inguine, registra complessivamente 16 strike out nei confronti degli avversari

Nonostante qualche errore di troppo può considerarsi positiva , nel complesso, l'efficacia difensiva della squadra padovana che ha saputo contenere l'impulso di recupero del Rovigo ad un unico punto nel corso del 5° inning.

 

Il post-partita è stato deliziato dall'assunzione di una genuina "dose di carboidrati", sapientemente somministrata da tutti/e gli addetti e volontari, i cosiddetti "gazebisti", ai quali và il sincero ringraziamento di tutto il Padova Baseball Softball Club.

 

Il calendario prevede il prossimo incontro del Padova il 28 aprile a Trento, mentre l'appuntamento con i propri tifosi sarà per il 11 maggio, sempre di sabato sera, contro la squadra del Romano d’Ezzelino.