ROMANO D’EZZLINO / PADOVA 3 a 8

Una partita divertente ma sofferta, le cui parole d’ordine potrebbero essere: determinazione ed esperienza.

Ed infatti sono stati questi gli ingredienti che si sono resi necessari al Padova per recuperare “in extremis” una partita che stentava a decollare.

Il risultato finale d 8 a 3 per il Padova non lascia trapelare quell’incertezza che invece era perdurata lungo tutto l’incontro fino all’inizio del 9° inning, quando il risultato era ancora bloccato in parità 3 a 3.

Da un lato un Olimpic Romano decisamente combattivo e risoluto a non concedere nulla, anzi.

Dall’altro un Padova concentrato, che ha comunque concesso ben poco agli avversari, ovvero solo 3 punti in otto innings, ma che arrancava a concretizzare in “punti portati a casa” le numerose ma infruttuose battute.

Buona la prestazione dei lanciatori padovani con Vittadello partente (6 stikes-out agli avversari su 4 innings lanciati) costretto ad abbandonare il monte a causa di uno stiramento alla gamba, sostituito da Ferro che controlla anch’egli le mazze avversarie fino a metà del 7° inning (5 strikes-out).

Una difesa che lavora bene non basta tuttavia a mettere a sicuro una partita che vede il Padova sotto di due punti alla fine del 7° inning con il punteggio parziale di 3 a 1 per l’Olimpic.

Il finale di partita vede Faccini sul monte per il Padova che blocca ogni velleità degli avversari, che nemmeno riescono più ad arrivare salvi in prima base.

All’ottavo attacco arriva il pareggio per il Padova che affronta l’ultimo e decisivo inning fortemente motivato a riscattare una partita apparentemente appannata in attacco, nonostante le 7 battute valide realizzate fino a quel punto.

La determinazione e l’esperienza dei nostri ragazzi ha alimentato la loro voglia di vincere chiudendo la partita con un’infilata di 5 punti ottenuti con un cocktail di battute valide, volate, rubate, furbizia ed esperienza.

La formazione in campo ha visto qualche novità con Borracelli impegnato nel ruolo di ricevitore, alternatosi in prima base con Spinelli nel corso dell’ultimo inning; Botteri M., Marcato e Faccini a completare il campo interno, mentre agli esterni ritroviamo Baro, Botteri A. (sostituito da Gallo per infortunio al 7°) e Bernucci.

Lo score registra 2 valide ciascuna per Baro, Botteri M., Ferro, Marcato (suo il triplo determinante dell’ultimo inning) Spinelli; 1 valida per Faccini, Borracelli, Bernucci.

Domenica 30 giugno, l’importante appuntamento per lo scontro diretto con lo Studio Gamma Vicenza, primo in classifica, con l’opportunità per il Padova di ridurre il gap di due partite perse rispetto al Vicenza che, per contro, le ha vinte tutte.

Quindi, dopo le due settimane (il prossimo week-end  si riposa) di intensi allenamenti già programmati da D’Arcais, Botteri e Schiavon, il loro caloroso invito a ritrovare i propri tifosi allo Stadio Pomari di Vicenza, con play-ball alle ore 15.30.