STUDIO GAMMA VICENZA / PADOVA 10 a 8

 

Un’altra partita intensa, sofferta e combattuta, il cui esito finale, purtroppo a sfavore della squadra padovana, sintetizza il rammarico con il quale i nostri “ragazzi” han dovuto, loro malgrado, rassegnarsi ad una sconfitta sicuramente immeritata.

 

Il Padova parte molto bene nei primi innings, conducendo per 3 ad 1 alla fine del proprio terzo attacco, punti ottenuti con alcune battute valide, alcune BB ed alcuni errori difensivi.

Ma la svolta della partita si rivela al terzo attacco del Vicenza il quale, con una serie di 6 battute valide, allunga portando a casa 7 punti, incrementati con un altro punto l’inning successivo, ottenuto con un’ulteriore valida ed alcune basi rubate.

E così il Padova, all’inizio del sesto attacco, si ritrova sotto con il punteggio di 9 a 3 per il Vicenza.

E non era certamente scontato che, a fronte di una situazione al momento così penalizzante, la squadra potesse riemergere e recuperare il distacco subito.

Ma il carattere, la determinazione e l’affiatamento dei ragazzi si son fatti strada, scossi anche dai richiami del manager d’Arcais e dei coaches Botteri e Schiavon.

E già con un eliminato sulle spalle, al sesto inning il Padova infila anch’egli una serie di 5 valide che gli consentono di portare a casa 5 punti, insidiando così il Vicenza, sopra ora di un sol punto.

Ma nei tre turni d’attacco successivi, il Padova non riesce a concretizzare efficacemente la sua azione offensiva, annullata puntualmente dagli avversari con una serie di buone giocate sulle basi e numerose prese al volo.

Diversamente il Vicenza, che nel corso dell’ottavo attacco sigla il suo decimo ed ultimo punto.

 

Nonostante la sconfitta amara e cocente, c’è poco da recriminare ai ragazzi, visto l’impegno e la forza di volontà espressa. E’ mancata tuttavia la continuità in fase di attacco, certificata dai complessivi 11 strikes-out subiti.

E sempre nonostante “quel famigerato terzo inning”, possiamo ritenere eccellente la prestazione del lanciatore padovano Faccini, rimasto sul monte per 7 innings, accumulando 126 lanci al suo attivo (esclusi i numerosissimi pick-off) con 8 strikes-out ottenuti. Ottima anche la chiusura finale di Sbarai che ottiene tre eliminati su quattro turni di battuta degli avversari, con 1 K e facendo ben lavorare la difesa.

 

La formazione in campo ha visto Frigo nel ruolo di ricevitore, Spinelli- Fabris-Marcato-Botteri M. nel campo interno; Sbarai-Botteri A.-Borracelli oltre la terra rossa. Albero Botteri è subentrato al centro a metà partita mentre Gallo ha sostituito Sbarai a sinistra.

 

Lo score registra 3 valide per Faccini (+1 base intenzionale), 2 valide per Spinelli + 1 volata di sacrificio, 1 valida ciascuno per Borracelli, Frigo, Fabris ed Alberto Botteri.

 

Si allunga quindi il gap di partite perse nei confronti della capolista, ancora imbattuta, e la speranza di poter accedere ai play-off si affievolisce sempre più; difficilmente il calendario potrà soccorrere il Padova ma, ovviamente e doverosamente, la speranza è sempre l’ultima a morire.

 

La prossima partita è programmata per sabato 6 luglio, con play-ball alle ore 20,00 allo Stadio Plebiscito, con ospite il Rovigo, agguerrito più che mai.

Quindi in conclusione il rinnovato invito per tutti i tifosi del Padova a ritrovarsi numerosi per assistere alla seconda giornata della terza fase di questo avvincente e spettacolare campionato.